Terra

La testimonianza di un bambino vissuto migliaia di anni fa.
Campi che nascondono cibi e rituali preziosi.
La Terra in Molise è viaggio nell’anima, è strumento per la vita.

La terra ad Isernia custodisce il maggiore sito paleolitico d’Europa.
Nello strato in profondità che porta la storia a 700.000 anni fa è stato rinvenuto un dentino che si pensa essere di un bambino vissuto nel Paleolitico. Se confermato, questo sarebbe il più antico resto umano ritrovato nel nostro continente. A Saepinum gli architetti romani hanno disegnato il classico Cardo e Decumano, sviluppato le aree della politica, dei commerci, dei culti. Il risultato è un insediamento che si inserisce in maniera armonica nel paesaggio circostante, creando un dialogo tra natura e cultura. Sapeinum ha avuto una sua evoluzione nel medioevo e ha vissuto l’anima pastorale del Molise.
Ancora oggi, il visitatore può imbattersi in greggi che pascolano tra le mura dell’antica città. Nella terra dell’Alto Molise si può imparare a conoscere le varie forme della natura addestrando il tatto, l’olfatto e la vista.
La riserva naturale di Montedimezzo, inserita dall’Unesco nella rete delle riserve della biosfera, è un caleidoscopio di colori inaspettato