Fuoco

Riti arcaici che evocano il sole nel pieno inverno.
I ritmi cadenzati di martelli e forge.
Il fuoco in Molise è elemento di vita e trasformazione

Centinaia di uomini e bambini attraversano il borgo di Agnone con enormi ceri incendiati sulle spalle.
Si è all’8 dicembre, il sole lotta con le tenebre e l’uomo ne evoca la vittoria con migliaia di fiammelle di fuoco.
Così come il Natale in uno dei borghi più belli d’Italia, Oratino, dove nelle feste natalizie un grande cero di oltre 13 metri viene incendiato per attendere ed evocare l’arrivo del Sole.
Un artigianato millenario che ha creato arti sottili di lame, spade e coltelli. A Frosolone esiste una delle più prestigiose tradizioni della produzione di coltelli, nel medio Molise la tradizione dell’acciaio traforato, dove la pesantezza delle lame diventa leggerezza grazie all’arte sapiente dell’uso del fuoco.