Quercigliole-Ripalimosani

Dalla caratteristica chiesa della "Madonna della Neve" in località Quercigliole, appartenuta un tempo all'Ordine del Cavalieri di Malta, ci si incammina in direzione sud-est, lasciando sulla destra il tratturo e imboccando a sinistra C.da Valle Alberto, strada asfaltata in discesa che aprirà ampi panorami sulla vallata del Biferno. Scendendo lungo Via Michele in pochi minuti si giungerà al centro del borgo di Ripalimosani. Ripalimosani sorge su un costone di natura tufacea. Spettacolare il salto morfologico di alcune decine di metri  verso la vallata del Biferno. Antiche sono le sue origini quando la zona fu abitata dai Sanniti, popolazioni di forti  e valorosi guerrieri. Da ammirare presso la Chiesa di Santa Maria Assunta, la copia della Sacra Sindone, esemplare di estrema rarità prodotto più di quattro secoli fa. 2,36Km
0:24

Ripalimosani-Toro

Dal centro del borgo di Ripalimosani ci si dirige verso la fondovalle del Biferno, percorrendo le scalette di Via Santa Lucia. Sotto al viadotto sulla sinistra si incontra l’omonima chiesetta. Dopo una discreta salita su asfalto, il percorso punta  verso Sud-Est.  Si gira su sterrato verso destra per riprendere il tratturo all’altezza della località Camposarcone. Qui inizia la parte più bella del percorso, che costeggiando ed intersecando la statale 17, apre bellissimi scenari sul paesaggio rurale molisano.
Arrivati al bivio per Campodipietra si gira a sinistra. Da qui la strada è completamente asfaltata. Il percorso è piacevole ed ombreggiato. Giunti al cimitero, girare a sinistra e imboccare la SP56. Dopo 3km si raggiungerà il borgo di Toro, conosciuto nell'Ottocento come l’Atene della Valfortore. 15,10Km
6:00