Turismo e Cultura

News

Ecco le uncinettine di Trivento, il loro albero di Natale a maglia spopola ovunque

Ecco le uncinettine di Trivento, il loro albero di Natale a maglia spopola ovunque

venerdì, 07 dicembre 2018

Le chiamano 'uncinettine' perché sanno lavorare a maglia come poche e perché il nome sa un po’ di rivalsa sociale di un gruppo di signore che sanno di poter contribuire, a modo loro, alla crescita socio culturale di un territorio che vive da anni la piaga dello spopolamento, in particolare la città di Trivento.

Si sono date un’organizzazione nel settembre 2017. Poi, dopo aver sorpreso tutti con due iniziative di grande effetto, come quelle dell'Acchiappachiacchiere in Piazza Fontana e, la scorsa estate, del tappeto più lungo del mondo, stanno letteralmente spopolando con il loro gigantesco albero di Natale, nel centro di Trivento, interamente prodotto dalle loro mani d'oro. Alto sei metri, 1300 quadrati, l’alberone si è giovato del contributo manuale di circa 100 'uncinettine' non solo locali, ma pure pugliesi, campane, abruzzesi, venete e addirittura olandesi.

La tecnica è quella del granny square (quadratini della nonna) all’uncinetto, che si basa sulla lavorazione in tondo, dal centro verso l’esterno, di quadrati di filo. I quadrati più o meno grandi, sono come 'mattonelle' che si assemblano e permettono di creare numerosi e fantasiosi lavori: come corse, cuscini, tappeti e le coperte della nonna, quelle che mettiamo addosso con un senso di benessere misto a nostalgia. E poi sono un spot al riciclo, visto che consentono di recuperare ritagli inutilizzati di altri lavori.

Ma lo scopo della missione è soprattutto sociale. Le donne di Trivento lavorano infatti per stare insieme e per attirare curiosità e magari turisti, come è accaduto con le precedenti iniziative e come sta avvenendo in questi giorni con l'Albero. E lavorano pure per fini benefici. Con il tappeto più lungo del mondo hanno raccolto, e devoluto a famiglie Sma (atrofia muscolare spinale), circa 6000 mila euro.

“Se riusciamo a raccogliere qualcosa anche con l'albero - dicono Milva, Lucia, Michela, Lucia, Rita, Giuliana e Rita che si posano gentilmente per noi - ne faremo un fondo cassa per l'appuntamento estivo dello #jarmbombing il cui ricavato andrà sicuramente ad un ente benefico”.
Talento, sensibilità e quel filo che ci unisce: lunga vita alle 'uncinettine' di Trivento. 

L'Albero resterà esposto fino al giorno della Befana.
Poi, il 7 gennaio, altro grande evento: Trivento, città dell'uncinetto. Seguiamole sulla pagina facebook dedicata e, soprattutto, andiamo a Trivento. Un selfie sotto l'Albero ha un grande significato.